10.031 ingressi: 2011 da record per il Museo Archeologico del Chianti Senese

imageUn risultato straordinario, quello raggiunto dal Museo Archeologico del Chianti Senese in termini di bigliettazione nell'anno appena concluso.
Con le aperture effettuate in occasione delle recenti festività natalizie, le presenze nel 2011 hanno superato la fatidica quota di 10mila ingressi, attestandosi al numero definitivo di 10.031 alla chiusura giornaliera del 31 dicembre.

<< Un dato eccezionale per un Museo civico come il nostro – commenta il Sindaco Marcello Bonechi – che rende orgogliose l'Amministrazione Comunale e Castellina tutta. Un'impresa che rende merito al lavoro di qualità realizzato con impegno e professionalità dal Direttore Marco Firmati e dal personale della società cooperativa archeologica A.R.A. che cura il servizio di gestione museale, con la preziosa collaborazione del nostro personale tecnico ed amministrativo>>.

imageNella giornata di apertura della Vigilia di Natale, con gli ingressi dei signori Erin Mulligan e Jim Bull, è stato strappato il biglietto numero diecimila ed il personale della cooperativa A.R.A. ha deciso di festeggiare offrendo ai fortunati visitatori un set completo di gadgets del Museo (foto).

Il Museo Archeologico del Chianti Senese, in sinergia con la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Regione Toscana, la Regione Toscana e la Fondazione Musei Senesi, ha recepito, realizzato e promosso numerose iniziative nel corso dell'anno, dall'adesione ai programmi “Amico Museo” e  “Le Notti dell'Archeologia”, passando dall'offerta di diversi appuntamenti di approfondimento seminariale su varie tematiche, fino all'allestimento dell'importante mostra “sull'Olio. Oro del Mediterraneo dall'antichità oggi” con la collaborazione del Consorzio Chianti Classico (in esposizione fino al prossimo 31 ottobre).

Il Museo, che gode di un proficuo rapporto con le scuole ed il tessuto associativo locale e che ha fidelizzato nel tempo numerosi contatti anche grazie ad una propria mailing list, ha inoltre beneficiato, in termini più generali, dell'alto numero di presenze turistiche che sono state registrate nel territorio comunale nel corso del 2011, incrementato notevolmente rispetto alle annate precedenti.

image<< Siamo così soddisfatti – aggiunge l'Assessore alla Cultura, Cosimo Ciampoli – che abbiamo deciso di integrare e valorizzare ulteriormente il percorso espositivo e la qualità dell'offerta museale, vero fiore all'occhiello della nostra politica culturale. Anche grazie al sostegno economico e tecnico-scientifico della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Regione Toscana e della Fondazione Musei Senesi, abbiamo deliberato la prossima realizzazione di un intervento di restauro di un carro principesco che fu rinvenuto nel tumulo di Montecalvario e che costituisce un reperto di pregio ed alto valore storico ed archeologico. Ci auguriamo che i nostri avi etruschi siano riconoscenti per questo nostro vivo interesse nei loro confronti >>.

Per informazioni sugli orari di apertura e le iniziative del Museo consultare la pagina www.museoarcheologicochianti.it e/o la pagina dedicata all'interno di questo sito.